SHOPPING FOOD - CORSO TORINO 2 - OULX
IMPIANTI VIALATTEA
ABBIGLIAMENTO ED ACCESSORI SCI - ABBIGLIAMENTO ED ACCESORI CASUAL

PRIMO PIANO

STAR BENE ... L’ANSIA: CAUSE, SINTOMI E TRATTAMENTO

Arriva all’improvviso…senti il cuore battere velocemente, il respiro corto e affannoso, il petto schiacciato da un peso, la bocca asciutta, una lieve vertigine alla testa che ti rende insicuro e confuso, inizi a dimenticare le cose e fai fatica a concentrarti…eccola.. è l’ansia: infida compare un giorno, apparentemente senza motivo,  e la tua vita non è piu’ quella di prima..
I disturbi d’ansia  sono molto diffusi nella nostra società e, come affermato  in un articolo pubblicato dalla rivista Lancet Psychiatry da un gruppo di 42 esperti mondiali, l’emergenza covid ne ha incrementato e per certi versi slatentizzato i sintomi . L’ansia porta con sé una serie di condizioni fisiche, cognitive ed emotive molto disturbanti che, proprio perchè compaiono improvvisamente e sono prolungate nel tempo, inducono la persona in uno stato di sofferenza molto profonda. 
Cos’è l’ansia?  Prima di tutto dobbiamo  fare chiarezza su un punto: l’ansia nasce da una condizione fisiologica “normale”, sana, adattiva: si tratta infatti di un’attivazione che il cervello produce nel nostro organismo quando bisogna affrontare delle situazioni stressanti, pericolose o semplicemente performanti: un impegno lavorativo, una riunione importante, una gara, un esame, una situazione che ci preoccupa, insomma un evento che in qualche modo ci spaventa, poichè ne temiamo il risultato o perchè crediamo di non essere all’altezza di gestirlo.  In tutti questi casi l’ansia è positiva, poichè l’ attivazione che ne deriva è un ingrediente necessario, un aiuto  funzionale al raggiungimento del nostro obiettivo.
Quando diventa negativa? Essa diventa disfunzionale, cioè patologica, disturbante, quando compare in assenza di uno stimolo scatenante, o quando la risposta ansiosa è esagerata, come durata e intensità,  rispetto agli stimoli che l’hanno indotta.
In questi casi si viene a creare una condizione di malessere molto intensa, tale da limitare l’’individuo nelle normali attività della vita quotidiana: in pratica ci porta a vivere come se dovessimo sempre difenderci da qualcosa, con pesanti conseguenze su più livelli. 
Cosa succede quando abbiamo l’ansia? Sul piano fisico possiamo avvertire tensioni, stanchezza, insonnia, disturbi gastro intestinali, tachicardia, sensazione di fiato corto, emicrania, nausea mattutina, vertigini, senso di confusione e mancanza di concentrazione.  A livello cognitivo la realtà viene percepita come pericolosa e il sé come vulnerabile ed inadeguato. Spesso le persone ansiose hanno un pensiero catastrofico e sono portate a pensare e prevedere sempre scenari negativi. Inoltre l’autostima si abbassa. A livello comportamentale si possono presentare comportamenti, sia volontari che involontari, di evitamento e di fuga, che limitano gli spostamenti dell’individuo e il normale coinvolgimento nelle situazioni lavorative o relazionali che la persona può vivere come ansiogene. Sono disturbi d’ansia anche le ossessioni e le compulsioni (rituali, pensieri fissi, ruminazione) , le fobie (di insetti, di parlare in pubblico, dei mezzi di trasporto, degli spazi aperti..) e i disturbi post traumatici da stress( insorti in seguito ad eventi traumatici o altamente stressanti).
In alcuni casi l’ansia diventa panico, e la persona prova emozioni disturbanti cosi intense da temere di morire o di impazzire.
Come curarla? L’ansia è fastidiosa, crea sofferenza, limita la vita ma ricordiamoci che NON E’ GRAVE! Fortunatamente tutti i sintomi che si manifestano anche se ci portano a pensare a qualcosa di grave in realtà non vanno ad interferire con il funzionamento del corpo: intendo dire che se anche sentiamo tachicardia e respiro affannoso, in realtà le funzioni cardiache e respiratorie non sono compromesse. E’ una questione puramente emotiva: il sintomo ansioso ha la stessa funzione della valvolina della pentola a pressione: scarica tensione.
Per poter attenuare l’ansia e stare meglio possiamo concentrarci su tre aspetti:
1) cura di se e del proprio stile di vita, per non accumulare tensione
Alcune attenzioni rivolte a se stessi giocano un ruolo importantissimo nell’alleviare i sintomi, ad esempio:
Una dieta appropriata, la riduzione graduale dell’uso di caffeina e dello zucchero e in generale adottare uno stile alimentare sano ed equilibrato; Svolgere esercizio fisico moderato ma costante; Avere un sonno appropriato e ristoratore.
2) Apprendimento di alcune tecniche di rilassamento
La meditazione, il training autogeno e le tecniche di respirazione rappresentano la modalità migliore per aumentare la consapevolezza di se stessi, per interrompere il ciclo dello stress e regalare al nostro  sistema psicofisico la possibilità di rallentare e svuotare la testa da tanti pensieri, recuperando cosi energia, calma, concentrazione e benessere.
3) Psicoterapia per comprendere le cause e risolvere il problema in maniera definitiva
La letteratura ci offre numerosi studi secondo i quali lo stress, i lutti, le separazioni, le difficoltà vissute durante il periodo infantile, e altri eventi di vita negativi sono considerati fattori di rischio per l’insorgenza dei disturbi d’ansia.
Anche la situazione di emergenza generata dal Covid rappresenta un fattore scatenante. 
La  psicoterapia, ed in particolare l’approccio EMDR, offre la possibilità di rielabolare gli eventi traumatici del passato, che possono continuare a disturbare nel presente proprio sotto le sembianze dei disturbi d’ansia.
Inoltre con l’emdr è possibile ridurre la “paura di avere l’ansia”, tipico sintomo fortemente disturbante:  si lavora  sul ricordo delle prime volte in cui si è provata l’ansia o il panico, in modo da aiutare il paziente ad affrontare la vita in modo piu sereno. 
Un commento sui farmaci ansiolitici: hanno la funzione di alleviare i sintomi ma non curano il problema che sta alla base. Inoltre  creano dipendenza. Quindi dal mio punto di vista sono molto utili nella fase acuta, come la tachipirina per abbassare la febbre, ma non sono efficaci per risolvere la vera causa dell’ansia…
Se vuoi approfondire il metodo emdr visita il mio sito: www.barbarademarchi.com -  Se invece vuoi avere chiarimenti o informazioni contattami, possiamo farlo anche con skype! 
La Dottoressa Barbara De Marchi riceve:  
TORINO: via Bava 11 1 - SAUZE D’OULX:  Piazza 3° Reggimento Alpini, 2 - 
Per contatti e appuntamenti: email: bademarchi@libero.it. - www.barbarademarchi.com









CONTATTACI PER INSERIRE IL TUO SPAZIO PUBBLICITARIO!


Contatti e informazioni

Visitatori attualmente online

2961
IPSNet Internet Provider Torino CREDITS HTML5 responsive
IPSNet Internet Service Provider Web Agency Torino

CREDITS - IPSNET.IT

Sito: IPSNet Web Agency - Internet Service Provider

Url: http://www.ipsnet.it

Copyright: © 1995-2017 IPSNet by Revenge S.r.l.

Server Housing: IPSNet by Revenge S.r.l.

Network Solution: IPSNet by Revenge S.r.l.

Web Contents: PUBBLI&CO SAS

Web Usability: IPSNet by Revenge S.r.l.

Web Engineering: IPSNet by Revenge S.r.l.

Web Application: IPSNet by Revenge S.r.l.

Web Design: IPSNet by Revenge S.r.l.