IMPIANTI VIALATTEA
ABBIGLIAMENTO ED ACCESSORI SCI - ABBIGLIAMENTO ED ACCESORI CASUAL
SUPERMERCATO

PENSIERI

Il silenzio non è sempre d'oro

Sembrava che finalmente tutto potesse ritornare alla normalità! 
Così non è stato. 
Era tutto pronto, piste e tracciati perfetti, ski pass on line, distanziamenti e capienza ridotta. Negli alberghi i primi numeri di un turismo amante della montagna, nei ristoranti i rifornimenti per non trovarsi impreparati e poi…tutto il resto. Un nulla di fatto improvviso, arrivato a poco meno di 10 ore dal fatidico 15 febbraio, il giorno della riapertura degli impianti a Bardonecchia, a pochi giorni di quella prevista per il comprensorio della Vialattea. Un Ministro che non conosce nemmeno lontanamente cosa voglia dire “sci” o “neve”, che non sa nulla dell’indotto, che non riesce ad immaginare cosa ci possa essere dietro … E’ bastato un “foglio di carta” con poche righe scritte ed una firma a far cadere definitivamente ogni aspettativa di speranzosa ripresa. 
Un CTS, un Ministro, un consulente, il nuovo Presidente del Consiglio che sembra abbia dato il consenso. Una decisione che “toglie” il respiro a chi, con sacrificio e dedizione, vede nella montagna la speranza del proprio domani. 
E poi la dichiarazione (testuale) di Ricciardi: “Se la variante britannica della Sars-CoV-2 si è propagata nell'Europa continentale, è soprattutto dovuto alla Svizzera, che ha mantenuto i suoi impianti sciistici aperti, attirando così turisti da oltre Manica” è stata la ciliegina sulla torta. Siamo un popolo strano noi della montagna, rurali o “adottati”, silenziosi come ciò che ci circonda, testa bassa e lavorare e poco importa del tempo, che piova o tiri vento, impavidi, collaborativi, creativi ma … silenziosi! Fin troppo rispettosi, fin troppo silenziosi. Qualche sporadico segno di diniego, qualche flash mob di pochi minuti, i rintocchi delle campane per un disappunto … a nulla son serviti umiltà e coraggio. Forse lo scenario sarebbe stato diverso se non ci fossimo adagiati nella speranza della politica, forse le nostre montagne avrebbero avuto più rispetto se invece delle campane avremmo fatto suonare o tuonare qualche cosa d’altro. 
Ed ora? Allo sdegno seguirà qualcosa? Alle campane si affiancheranno urla congiunte di protesta? Alla montagna, privata della sua essenza, qualcuno provvederà? Riecheggiano per l’ennesima volta i ristori … pochi euro per comprare il silenzio … basteranno per riabbassare la testa? Per chi suonerà domani la campana?           Rita Quarta









CONTATTACI PER INSERIRE IL TUO SPAZIO PUBBLICITARIO!


Contatti e informazioni

Visitatori attualmente online

606
IPSNet Internet Provider Torino CREDITS HTML5 responsive
IPSNet Internet Service Provider Web Agency Torino

CREDITS - IPSNET.IT

Sito: IPSNet Web Agency - Internet Service Provider

Url: http://www.ipsnet.it

Copyright: © 1995-2017 IPSNet by Revenge S.r.l.

Server Housing: IPSNet by Revenge S.r.l.

Network Solution: IPSNet by Revenge S.r.l.

Web Contents: PUBBLI&CO SAS

Web Usability: IPSNet by Revenge S.r.l.

Web Engineering: IPSNet by Revenge S.r.l.

Web Application: IPSNet by Revenge S.r.l.

Web Design: IPSNet by Revenge S.r.l.